Per quali problemi è consigliabile consultare un ortodontista?

È consigliabile consultare un ortodontista in presenza dei seguenti problemi (American Association of Orthodontics; Ministero della Salute, 2017):

  • Denti storti o spaziati
  • Denti sporgenti o arretrati (“II e III classi”)
  • Denti superiori che chiudono all’interno rispetto ai denti inferiori (“crossbite”)
  • Spazio eccessivo o ridotto tra i denti anteriori superiori e inferiori (“open” e “deep bite”)
  • Succhiamento prolungato (oltre i 6 anni) del pollice, delle dita o del ciuccio
  • Esposizione eccessiva della gengiva durante il sorriso
  • Perdita precoce o tardiva dei denti da latte
  • Denti mancanti o in più
  • Asimmetrie della bocca o del viso
  • Rumori o dolori dell’articolazione della mandibola
  • Digrignamento o serramento dei denti
  • Respirazione con la bocca
  • Apnee ostruttive del sonno

Alcuni di questi problemi possono essere trattati dal solo ortodontista, altri richiedono un trattamento multidisciplinare in collaborazione con altri colleghi dentisti, medici e professionisti sanitari (pediatri, otorinolaringoiatri, fisioterapisti, logopedisti, neurologi, etc.).


Fonti
American Association of Orthodontics. Frequently Asked Questions [online] Available from https://www.aaoinfo.org/frequently-asked-question
Ministero della Salute. Raccomandazioni Cliniche in Odontostomatologia. 2017.